LA PROTEZIONE CIVILE NAZIONALE

La Protezione Civile è un servizio pubblico che si occupa di tutelare i cittadini, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni (o dal pericolo di danni) causati da calamità naturali,  catastrofi e altri eventi calamitosi.
La Protezione Civile è un sistema organizzato dallo Stato con legge N° 225 del 1992 e successivi aggiornamenti fino al recente D.L. n. 59/2012 (Disposizioni urgenti per il riordino della Protezione Civile).
Nasce come Servizio Nazionale, coordinato dal Presidente del Consiglio dei Ministri e composto da: Amministrazioni dello Stato (centrali e periferiche), Regioni, Province, Comuni, Enti pubblici (nazionali e territoriali) e da Organizzazioni pubbliche e private presenti sul territorio italiano e coordinate  dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile con sede a Roma.


LA PROTEZIONE CIVILE IN EMILIA ROMAGNA

Il sistema di Protezione Civile in Emilia-Romagna è composta da:
Agenzia Regionale Per La Sicurezza Territoriale E La Protezione Civile con sede a Bologna, Ex Province, Comunità Montane, Unioni di Comuni, Comuni, Uffici Territoriali di Governo-Prefetture, Vigili del Fuoco, Carabinieri Forestali, Capitanerie di Porto, Croce Rossa Italiana, Sistema Sanitario Nazionale e Volontariato di Protezione Civile.
Il sistema  è basato sul principio della sussidiarietà, nel quale Enti pubblici e privati collaborano al sostegno economico delle attività di Protezione Civile.
Le principali attività svolte hanno l’obbiettivo di prevenire e fronteggiare le emergenze, nonchè fornire assistenza alla popolazione a seguito di eventi calamitosi, naturali o causati dalle attività umane (antropici).
Il primo responsabile della Protezione Civile di ogni Comune è il Sindaco, che organizza le risorse comunali secondo piani prestabiliti per fronteggiare i rischi specifici sul proprio territorio.